Versamento contributi sospesi per il sisma nelle Regioni Lazio, Marche, Umbria, Abruzzo


Con riferimento agli eventi sismici verificatisi nei territori delle Regioni Lazio, Marche, Umbria, Abruzzo in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017, si forniscono istruzioni sul versamento in unica soluzione dei contributi sospesi.


Relativamente alle aziende con dipendenti, ilpagamento deve essere effettuato tramite modello F24, utilizzando il codice contributo DSOS ed esponendo la matricola dell’azienda seguita dallo stesso codice utilizzato per la rilevazione del credito (N964). Laddove le aziende beneficiarie della sospensione contributiva non abbiano assolto gli adempimenti relativi alla trasmissione della denuncia Uniemens, i medesimi dovranno essere assolti entro il prossimo 31 gennaio.
Per effetto della sospensione fino al 30.09.2017 del versamento della contribuzione dovuta dagli artigiani e commercianti, le rate sospese sono le seguenti: III rata sul minimale per l’anno 2016 (16.11.2016); secondo acconto della contribuzione eccedente il minimale per l’anno 2016 (30.11.2016); IV rata sul minimale per l’anno 2016 (16.02.2017); I rata sul minimale per l’anno 2017 (16.05.2017); saldo della contribuzione eccedente il minimale per l’anno 2016 – I acconto della contribuzione eccedente il minimale per l’anno 2017 (20.07.2017); II rata sul minimale per l’anno 2017 (20.08.2017). Nell’ipotesi in cui il contribuente intenda versare anche l’eventuale contribuzione eccedente il minimale, dovuta a titolo di acconto per l’anno 2017 e di saldo per l’anno 2016, dovrà produrre una dichiarazione attestante il reddito degli anni 2015 e 2016 da utilizzare quale base imponibile per la determinazione della contribuzione dovuta.
Per i liberi professionisti iscritti alla Gestione separata, il versamento relativo al saldo 2016 e primo acconto 2017 deve essere effettuato entro il 31.01.2019, compilando la “Sezione INPS” del modello F24. Quanto ai committenti tenuti al versamento nella Gestione separata, la contribuzione dovuta, riferita ai compensi effettivamente pagati nel periodo di sospensione, deve essere versata entro il 31.01.2019, compilando la “Sezione INPS” del modello F24.
I contributi per lavoro domestico riferiti ai singoli periodi dovranno essere versati entro la scadenza del 31.01.2019 con le seguenti consuete modalità: utilizzando i bollettini MAV ricevuti oppure generati attraverso il sito Internet www.inps.it al seguente percorso: “Tutti i servizi” > “Portale dei Pagamenti” > “Lavoratori Domestici”; rivolgendosi ai soggetti aderenti al circuito “Reti Amiche” (uffici postali, tabaccherie che espongono il logo “Servizi Inps”, sportelli bancari Unicredit); online, sul sito Internet www.inps.it, al seguente percorso: “Tutti i servizi” > “Portale dei Pagamenti” > “Lavoratori Domestici”, tramite la modalità di pagamento immediato/online pagoPA utilizzando la carta di credito o debito o prepagata oppure addebito in conto.